CCS: una prima applicazione industriale ad una centrale alimentata a carbone

1 ottobre 2014

L’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha annunciato oggi  l'inaugurazione del primo sistema di retrofit che permette la cattura e stoccaggio di anidride carbonica (CCS) applicato ad una centrale elettrica a carbone di potenza pari a 110 MW. L'impianto oggetto di sperimentazione è quello di SaskPower’s Boundary Dam, che si trova a Saskatchewan (Canada), ed è in grado di catturare 1 milione di tonnellate/anno di anidride carbonica su un totale di emissioni di circa 6 milioni. L’anidride carbonica disponibile attraverso questa tecnologia innovativa sarà utilizzata per realizzare alcune misure di recupero secondario su pozzi petroliferi situati in prossimità della centrale. 

 

Per saperne di più, vai sul sito dell'IEA.