Scenari energetico-ambientali

L’uso di adeguati strumenti interpretativi basati sulla teoria economica e sulla teoria dei sistemi resta l’elemento portante sia per l’analisi delle tendenze storiche che per realizzare Analisi di scenario sulle possibili evoluzioni del sistema energetico, sulla spinta di fattori esterni o di mutamenti nelle politiche intraprese.

Il ricorso a modelli tecnico-economici consente una rappresentazione semplificata del sistema energetico-ambientale e delle relazioni fra le principali variabili energetiche e le variabili economiche chiave, a vari livelli di disaggregazione settoriale.

Tali modelli descrivono l’evoluzione del sistema energetico, sia in una logica di ottimizzazione che in una logica di simulazione, coprendo orizzonti temporali fino al 2050, e consentono di stimare le emissioni di alcuni inquinanti atmosferici connesse ai diversi settori energetici.

Il modello TIMES-Italia, viene utilizzato per la produzione di scenari energetici per la sostenibilità, pubblicati periodicamente nel Rapporto Energia e Ambiente dell’ENEA e nel volume Scenari e strategie. Di recente il modello è stato utilizzato per l’elaborazione degli scenari energetici a supporto della “Strategia energetica nazionale”, nell’ambito della Convenzione con il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Lo stesso modello viene anche utilizzato per simulare, sempre per il MISE, l’implementazione della terza fase dell’Emission Trading Scheme.

Per analisi e scenari a scala internazionale e più a lungo termine vengono invece utilizzati i modelli Times-EFDA e TIAM (Times Integrated Assessment Model), sviluppati attraverso collaborazioni dell’ENEA nell’ambito rispettivamente di un progetto EURATOM e della rete ETSAP.

L’analisi e il monitoraggio dei trend che caratterizzano il sistema energetico-ambientale italiano, così come degli impatti sul sistema delle politiche energetiche ed ambientali adottate, richiedono capacità di lettura e trattamento delle informazioni statistiche rese disponibili da diversi soggetti, istituzionali e non.

Le attività nel campo delle Statistiche dell’energia hanno come obiettivo quello di realizzare un sistema integrato di dati di tipo energetico, tecnologico ed economico di riferimento per la realizzazione degli scenari energetici e delle traiettorie di sviluppo tecnologico.

Sono attualmente in corso – nell’ambito della Convenzione con il MISE e in collaborazione con EUROSTAT – studi puntuali sulla metodologia per la costruzione del Bilancio Energetico Nazionale e, con il supporto dell’ISTAT, indagini statistiche settoriali sui consumi energetici delle famiglie, dell’industria e del terziario.